Save the City - La vision

Migliorare la vita quotidiana nelle città che abitiamo, restituire dignità ai centri storici, eliminare le situazioni di degrado urbano, creare manifestazioni culturali e sociali volte a riscoprire e rilanciare la voglia di vivere il sociale in una maniera nuova più consapevole e responsabile

In Evidenza

Save the City - Chi Siamo

Save the City è una associazione no profit fondata da un gruppo di professionisti ed imprenditori che si pone come scopo sociale lo sviluppo e la realizzazione di progetti od iniziative volte a migliorare la qualità della vita, il decoro e lo stato conservativo di parti sostanziali delle nostre città.
L’Associazione, per la realizzazione delle proprie iniziative, cerca la collaborazione ed il finanziamento da parte del mondo privato ed imprenditoriale ed ha l’ambizione in questo di divenire strumento duttile e snello anche per la Pubblica Amministrazione che, pur avendo carenza di fondi, deve tuttavia realizzare importanti opere volte alla salvaguardia del patrimonio pubblico ed al costante miglioramento della qualità della vita. 

La garanzia della qualità della vita, la pluralità dei servizi e la loro efficienza, la possibilità di avere una viabilità fluida, il disporre di aree verdi attrezzate e non, l’ efficientamento dei trasporti urbani, il decoro dei centri storici ed ancor più delle periferie delle città sono i maggiori problemi cui Regioni, Provincie, Comuni sono chiamati a rispondere in maniera efficace e sempre più in maniera pressante.
L’Associazione tramite la sua azione vuole essere uno strumento ed una via di facilitazione nel trovare risposte efficaci e veloci, scevra come è dalla burocrazia e slegata dal concetto di “investimento e stanziamento pubblico” ma legata fortemente al concetto di finanziamento privato per il bene sociale e quindi con un risvolto concreto sulla vita di tutti noi..

Da Facebook

La cosa ci fa piacere. Occorre rendere “pop” un oggetto e un materiale che altrimenti rischierebbe di attrarre - oggi - l’attenzione di pochi. Occorre innovare in tutti i settori, ricercare nuovi modi e far nascere nuovi interessi, anche per l’utilizzo che si fa di alcuni oggetti.
Brava Bianca.
... See MoreSee Less

View on Facebook

1000 ANNI
Abbazia di San Miniato al Monte 1018 - 2018
un anno di eventi per celebrare la ricorrenza
tutto il programma: millenario.sanminiatoalmonte.it/home/eventi
#sanminiatoalmonte #firenze #florence
... See MoreSee Less

1000 ANNI Abbazia di San Miniato al Monte 1018 - 2018 un anno di eventi per celebrare la ricorrenza tutto il programma: millenario.sanminiatoalmonte.it/home/eventi #sanminiatoalmonte #firenze #florence

View on Facebook

Lunedì Savethecity sarà in Palazzo Vecchio per definire l’organizzazione del Premio Firenze nel cuore 2018....con delle importanti novità ... See MoreSee Less

View on Facebook

SaveTheCity Onlus - Firenze nel Cuore ha condiviso il video di Mostre a Firenze ed Eventi - Web Tv News. ... See MoreSee Less

Il camminamento sotto la Fortezza da Basso a Firenze video di MoMa videomaker #Firenze #fortezzadabasso Aperto al pubblico da giugno 2018

View on Facebook

ISTITUTO CLEMENTE TERNI
Associazione di cultura e prassi musicale presenta
“SIMPOSIO IN RICORDO
DELLA FIGURA DEL MAESTRO TERNI”
a 100 anni dalla nascita
CON ESECUZIONI MUSICALI
a cura del QUINTETTO POLIFONICO “CLEMENTE TERNI”
e del M° Fabrizio Bartalucci all’organo
(Ingresso libero)

‪Venerdì 20 aprile 2018‬ nella Sala Convegni dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (‪Via Folco Portinari, 5, Firenze‬) dalle ore 17.30 un simposio ricorderà la figura del maestro Clemente Terni nelle sue molteplici sfaccettature. A farlo saranno i suoi ex-allievi Donatella Righini (che presiederà il simposio), Mila De Santis, Eleonora Negri, Annalena Aranguren, Pietro Beni, Laura Pistolesi, Fabrizio Bartalucci, Antonio Del Lungo, oltre a Paolo Santarelli, Presidente dell’Istituto “Clemente Terni”.

CLEMENTE TERNI (1918 -2004) Compositore, musicologo, filologo ed esecutore italiano, studioso delle espressioni musicali del Medioevo, della Rinascenza e del Barocco, ha fondato nel 1950 il «Quartetto polifonico italiano» (successivamente rifondato come «Quintetto polifonico italiano») con il quale ha svolto attività concertistica in gran parte d'Europa. E' stato docente presso il Conservatorio di musica ‪Francesco Morlacchi‬ e l'Università per Stranieri di Perugia; presso il Conservatorio di musica ‪Luigi Cherubini‬ e l'Università degli Studi di Firenze. E' stato accademico della Real Academia Española de Bellas Artes de San Fernando, dell'Accademia Luigi Cherubini di Firenze e dell'Accademia Etrusca di Cortona. Cultore appassionato dell'organo antico italiano e iberico, anche dal punto di vista fonico-meccanico, ha avuto in repertorio quasi tutta la letteratura relativa fino ad oggi nota.
... See MoreSee Less

ISTITUTO CLEMENTE TERNI Associazione di cultura e prassi musicale presenta “SIMPOSIO IN RICORDO DELLA FIGURA DEL MAESTRO TERNI” a 100 anni dalla nascita CON ESECUZIONI MUSICALI a cura del QUINTETTO POLIFONICO “CLEMENTE TERNI” e del M° Fabrizio Bartalucci all’organo (Ingresso libero) ‪Venerdì 20 aprile 2018‬ nella Sala Convegni dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (‪Via Folco Portinari, 5, Firenze‬) dalle ore 17.30 un simposio ricorderà la figura del maestro Clemente Terni nelle sue molteplici sfaccettature. A farlo saranno i suoi ex-allievi Donatella Righini (che presiederà il simposio), Mila De Santis, Eleonora Negri, Annalena Aranguren, Pietro Beni, Laura Pistolesi, Fabrizio Bartalucci, Antonio Del Lungo, oltre a Paolo Santarelli, Presidente dell’Istituto “Clemente Terni”. CLEMENTE TERNI (1918 -2004) Compositore, musicologo, filologo ed esecutore italiano, studioso delle espressioni musicali del Medioevo, della Rinascenza e del Barocco, ha fondato nel 1950 il «Quartetto polifonico italiano» (successivamente rifondato come «Quintetto polifonico italiano») con il quale ha svolto attività concertistica in gran parte d'Europa. E' stato docente presso il Conservatorio di musica ‪Francesco Morlacchi‬ e l'Università per Stranieri di Perugia; presso il Conservatorio di musica ‪Luigi Cherubini‬ e l'Università degli Studi di Firenze. E' stato accademico della Real Academia Española de Bellas Artes de San Fernando, dell'Accademia Luigi Cherubini di Firenze e dell'Accademia Etrusca di Cortona. Cultore appassionato dell'organo antico italiano e iberico, anche dal punto di vista fonico-meccanico, ha avuto in repertorio quasi tutta la letteratura relativa fino ad oggi nota.

View on Facebook